Benvenuti cari Internauti su Kiwi il sito di cui, come dice l’intestazione stessa, non ce n’era affatto bisogno e di cui non se ne sentiva affatto la mancanza, ma tant’è ormai i vostri astro-modem vi hanno portato fino a qui e dunque perché non dare un’occhiata? Soprattutto perché, dal momento che questo Blog è in rete dal settembre 2008, parecchie sono le cose interessanti. Innanzitutto i racconti e le storie che troverete verranno periodicamente cambiate e archiviate sperando che, almeno prima o poi, qualcuna di esse sia di vostro gradimento. A tal proposito vi segnalo la nuova sezione in cui potrete leggerei nuovi e vecchi racconti, inediti e non. Poi, poiché il Blog è mio e me lo gestisco io, troverete le Slideshow di alcuni fumetti realizzati con grandi artisti, oltreché amici, e le rispettive sceneggiature originali (per chi è interessato). Ho dato anche un piccolo spazio ad una passione che mi ha contagiato: la fotografia ed ho inserito un piccolo filmato di quel genio senza pari che è Neil Gaiman, registrato al Festivaletteratura di Mantova.

Per ora è tutto, buona navigazione...


lunedì 21 dicembre 2009

Torino Comics Tutàusentèn

pm
Ci siamo, è partito il conto alla rovescia per Torino Comics 2010. qui trovate il regolamento completo. Il nuovo concorso prevede lo studio e la realizzazione di un vero e proprio progetto editoriale (in stile Lucca Comics per intenderci) ovviamente con il placet Pavesio.
Si comincia, buona fortuna a tutti.

lunedì 7 dicembre 2009

lunedì 30 novembre 2009

Filodichina sempre più vincente.

Il “socio” Filodichina, alias Alessandro Alessi Anghini, si porta a casa anche il concorso Nuvole Quartesi 2009 sezione illustrazione. Il tema era La Musica Nel Fumetto e non c’è dubbio che l’abbia reso in maniera più che originale, meta-fumettistica direi (oddio che parolone). per Filo dunque l’anno si sta chiudendo in maniera più che proficua e non posso che esserne veramente felice. Bravo Ale, continua così.

lunedì 23 novembre 2009

Non fidatevi delle case abbandonate

story pag 5
Ecco a voi cari Kiwinauti, un piccolo anticipo di un grande progetto realizzato da me e disegnato da Salvatore “Savvo” Callerami (qui un suo schizzo per gli storyboard). Per ora accontentatevi di questo stuzzichino, il grosso della cena vi attende all’interno della Casa, lì c’è chi è molto affamato.

mercoledì 18 novembre 2009

Bravo Filodichina

Anche se con colpevole ritardo, sono molto felice di annunciare che Alessandro Alessi Anghini si è aggiudicato il contest promosso da Kinart:  “Wallpaper di Halloween” venendo giudicato come il miglior Wallpaper (appunto) tra tutti quelli pervenuti. Io l’ho già scaricato e installato sul mio fedele portatile, voi fate lo stesso mi raccomando. Ce n’è per tutti i formati.
P.S. a breve sarà disponibile proprio sul sito Kinart il tutorial relativo, sempre ad opera di Alessandro.

 

lunedì 9 novembre 2009

9/11/1989 – 9/11/2009

content_berlin_wall
Non abbiamo bisogno di educazione
non abbiamo bisogno di essere
tenuti sotto controllo
né di oscuro sarcasmo in classe
professori lasciate in pace i ragazzi!
hey professore, lascia in pace noi ragazzi!
tutto sommato, è solo un altro mattone sul muro
tutto sommato, siete solo un altro mattone sul muro.


Quanti sono i muri ancora da abbattere? Almeno questo, almeno per oggi, troviamo la gioia di festeggiarlo. Da domani armiamoci nuovamente di picconi e fantasia.

(Artista: Pink Floyd
Titolo: Another Brick In The Wall (Part 2)
Titolo Tradotto: Un Altro Mattone Sul Muro)

sabato 7 novembre 2009

X-Men? No, X-Girls

xgirls 2 001

Finalmente è mio.
Già scalpitavo da mesi, poi il gran giorno è arrivato. Ho atteso trepidante davanti alla saracinesca della fumetteria e appena questa si è alzata col suo sferragliante raglio, mi sono lanciato sui cartoni imballati e ho stracciato la plastica protettiva annusando l’odore della carta ancora tiepida di stampa. E con la gioia di un bambino la sera della Vigilia di Natale ho sfogliato tremante l’Evento Fumettistico dell’Anno. E quando l’ho finito, tutto d’un fiato, ho pensato: “Bello”. Poi l’ho riletto attentamente, diciamo con spirito critico e ho pensato: ”Carino”. Poi l’ho triletto, diciamo con l’occhio di uno che cerca di imparare e ho pensato: “’Ma sì, si fa leggere”. Insomma, in definitiva non è l’Evento Fumettistico Dell’Anno, ma io sono uno che non impazzisce (fatta salva qualche eccezione) per la scrittura fumettistica americana, in compenso piango ogni volta che rileggo Le Tre Ombre di C. Pedrosa, e indubbiamente Claremont ha scritto di meglio ma lasciatemelo dire, dove c’è Manara c’è il Genio. Qualunque cosa, disegnata dal Maestro, fosse anche la lista della spesa o lo scarabocchio fatto al telefono, è un’ opera d’arte. Sfogliare questo volume significa riempirsi gli occhi di poesia, perdersi nelle sinuosità provocanti e affascinanti delle X-Girls e venire rapiti dai loro sguardi penetranti. Nemmeno per un minuto si ha l’impressione di vedere carta e matita. Manara è un Genio assoluto e non servo certo io per dirlo, ma non solo, è un “Toccato da Dio”. D’altronde basterebbe osservare gli sketchbook inclusi nel volume per capirlo. Sono semplicemente perfetti. Degli studi di tavola, proporzioni, anatomie e composizioni, semplicemente perfette già in fase di studio. Mirabolante. Dio un bel giorno si è svegliato dall’alto dei suoi cieli è deve aver pensato: “Suvvia,” - Dio dice spesso suvvia - “regaliamo alla Terra, così triste e spoglia, qualcuno che con una matita sappia fare qualsiasi cosa, con naturalezza, garbo e poesia. Quello che agli altri risulta difficile o possibile solo con interminabili e faticosi anni di studio e applicazione, a lui sarà naturale e semplice. Ecco, egli sarà il mio emissario dei fumetti, l’angelo della china.” 
E Così Fu.
Per fortuna che l’Onnipotente, ogni tanto, si ricorda di noi e ci regala qualche genio nel campo dell’Arte. Ma questo è un discorso che ho già fatto qualche mese fa.
Per concludere, mai come dopo aver letto questo volume ho sperato che gli X-Men, anzi, che le X-Girls esistessero.

giovedì 5 novembre 2009

Dagli abissi della memoria #2

E dopo aver ritrovato il mitico volume, oggi è la volta di un pezzo da 90, o forse sarebbe meglio dire 750 (come il prezzo in lire). datato 1996 eccoli qui, il francobollo di Tex (uìller, no willer, no uìller…)
bollo 001

giovedì 29 ottobre 2009

domenica 25 ottobre 2009

Pane e Tempesta

PANE-E-TEMPESTA
“E per noi ogni giorno è prezioso.
E abbiamo i racconti.
E sappiamo riparare le cose, voi no.
E anche se il vento ci soffia contro, abbiamo sempre mangiato pane e tempesta, e passeremo anche questa. “
Sicuramente non il suo libro migliore, d'altronde dopo “Saltatempo” nulla può più essere paragonato, ma leggere Benni è sempre come fare ritorno a casa dopo un lungo viaggio.

sabato 24 ottobre 2009

Kseniya Simonova ragazza dal multiforme ingegno.


“L’Arte è l’atto del levare”…
..ed è effimera e lieve come la sabbia del deserto.

giovedì 22 ottobre 2009

Dagli abissi della memoria al riso sguaiato e liberatorio.

disegni 001
Finalmente, dopo aver percorso cunicoli e stanze segrete, essermi ricoperto di polvere e aver combattuto un’epica battaglia con Aragog in persona, dalla mia cantina ho riesumato (era lì dal trasloco) uno dei più bei e divertenti libri a fumetti che la mia giovine mente abbia avuto il privilegio di leggere (e dal quale ne è stata irrimediabilmente traviata): Franco II e Franco III (il perché manchino all’appello Franco I e Franco IV andate a chiederlo all’autore, io lo so). Investigatore il primo , meccanico il secondo, uniti da quello che è più di un legame di sangue, un’offerta speciale? In un certo senso.
Edito dalla Panini nel lontano 1996, a 4 anni di distanza da Razzi Amari (ho ancora le lacrime agli occhi dal ridere a pensarci e il conto dell’analista da saldare), anch’esso nelle mie manine insieme alla cassettina.
E poi dicono che gli anni ‘90 sono stati inutili…
A ‘Ste, grazie di esistere. :)

sabato 17 ottobre 2009

Olimpo’s Day

zeus 3Ci siamo, oggi, 17 ottobre 2009 è una data storica per i Blog mondiali e non solo. Cresce il fumetto, cresce la fantasia, cresce il divertimento. Preparatevi all’irruzione dei KIDS…




E sono pure su Facebookares 3

mercoledì 14 ottobre 2009

Ehhh ma che bello questo oggettino qua!!!

coop for world 001
Eccola, eccola è arrivata la VII antologia Coop For Words e ci sono anche io :)
E’ in vendita in tutte le librerie Coop e presumo pure in tutte le altre. Dentro ci sono 10 racconti 10 (il mio se lo leggete ad alta voce vi farà diventare belli, ricchi e famosi). 10 fumetti, 10 poesie e 10 Blog il tutto (manco a dirlo) a 10 Euri tondi tondi…poi non dite che non ve lo avevo detto.

lunedì 12 ottobre 2009

Nuovi Avvistamenti

favicon
Questo strano individuo è stato avvistato domenica 11 ottobre in quel di ValleCeppi (To) intento a sbafarsi una crostata alla Nutella. Chiunque ne avesse notizie è pregato di comunicarle immediatamente a questo Blog, i suoi amici sono in pena per lui…e soprattutto per le scorte nazionali di Nutella.

venerdì 9 ottobre 2009

Lucca Project Contest 2009

Ora che sono stati recapitati, vagliati, approvati e in attesa del fatidico giudizio finale, colgo l’occasione per ringraziare Alessandro Alessi Anghini e Michele De Carlo. Il primo ormai socio, è l’artefice degli splendidi disegni del progetto Olimpo’s, il secondo co-autore e disegnatore del poliziesco noir, Il Vangelo di Lazzaro. Io mi sono divertito molto a scrivere testi e sceneggiature di entrambi (e con Il Vangelo ho pure avuto un po' di paura, tra complotti, stragi, sparatorie e pazzi sadici maniaci a piede libero) e spero vivamente che anche la giuria la pensi come me :), staremo a vedere.
Grazie ragazzi dell’ottimo lavoro fatto, della professionalità dimostrata e soprattutto per non avermi mandato a quel paese anzitempo per le mie assillanti e continue richieste di “limature” e correzioni…sperèma bèn… 

lunedì 5 ottobre 2009

Ogni tre secondi...

... muore un bambino. La maggior parte di questi muore per cause facilmente prevenibili e curabili.
Eppure basterebbero semplici soluzioni e interventi a basso costo per evitare queste morti.
Save the Children lancia Every One, la nuova campagna mondiale per dire basta alla mortalità infantile.


Satira e Padroni.

9788880899839gSi possono indire mille manifestazioni, si può invocare la censura e (cosa ancora peggiore) l’anticensura. Si può gridare al regime (sempre più sotterraneo, strisciante e servile) e si può fare finta di niente, salvo poi affermare  “io non c’ero, non sapevo, sono sempre stato contro”. La libertà, di espressione, di pensiero di Essenza, è labile e scontrosa, si respira, si cerca di afferrarla ma non la si vede quasi mai nel suo splendore, salvo quando non c’è più e allora tutti a chiederci dove mai si sia nascosta. Nessuno però ha il coraggio di dire che forse, semplicemente, non ce la meritiamo. Non siamo più culturalmente in grado di percepirla. Chi si sente censurato spesso (non tutti è ovvio) è poco più che un ipocrita e quasi sempre un mediocre. Chi invece continua a dire che la libertà non è messa in discussione ha, come minimo, una strana e preoccupante concezione della libertà e del vivere civile. Ma dunque se tutti sono colpevoli, nessuno è colpevole? No, perché non tutti sono (o sono stati) uguali e assimilabili. Basta andare a rileggersi e riempirsi gli occhi dei capolavori di Andrea Pazienza per capire che qualcuno, già molto tempo fa (e guarda caso proprio un giovane, giovanissimo Artista) aveva capito tutto, svelato e divelto i gangli del potere, messo a nudo il re e riso delle sue pochezze. A tutti coloro che si piangono addosso, che strepitano e che censurano, vorrei consigliare di leggere la produzione di PAZ! e a tutti voi (me compreso) rincretiniti dalle TV e dai giornali vorrei esortare a divenire, rimanere, tornare a essere dissacranti, devastanti, cattivi come solo la satira di Andrea ha saputo fare, senza guardare in faccia a nessuno, neppure a se stessi.
Ma si sa, il genio non è di questo mondo e gli eroi muoiono giovani.

giovedì 1 ottobre 2009

venerdì 18 settembre 2009

Coop for Words Contest


Questa mattina ho appreso di essere uno dei dieci finalisti del Coop for Words 2009 il ché, con sommo gaudio, significa entrare a far parte della settima antologia di questo ambito premio.
Ringrazio la giuria:

Comitato d’onore:

  • Gianmario Anselmi, direttore del Dipartimento di Italianistica dell’Università di Bologna; direttore dell’Istituto Gramsci dell’Emilia Romagna
  • Antonio Faeti, docente di Grammatiche della Fantasia all'Accademia di Belle Arti di Bologna.
  • Roberto Grandi, prorettore dell’Università di Bologna
  • Carlo Lucarelli , scrittore e autore televisivo
  • Romano Montroni, Direttore delle librerie Feltrinelli fino al 2000, e oggi consulente per Librerie.coop

Comitato Scientifico:

per le sezioni storie brevi, poesia, blog
  • Salvatore Jemma (presidente della giuria), poeta
  • Alberto Bertoni, docente di Storia della letteratura italiana moderna all’Università di Bologna
  • Niva Lorenzini, critica letteraria, docente di Letteratura Italiana contemporanea all’Università di Bologna
  • Maurizio Maldini, poeta
  • Gianluca Morozzi , scrittore e musicista

e vi rimando al Post in cui vi annunciavo la mia partecipazione (e dal quale potrete risalire alla storia breve in concorso: Equilibri).
Buon Kiwi.

martedì 15 settembre 2009

- Fumetti in TV 2009 -

Purtroppo questa volta non abbiamo vinto ma la bontà e la validità di un progetto rimane, premi o non premi. Questo è il contributo che io e il grande Alessandro Alessi abbiamo voluto dare alla manifestazione Fumetti in TV 2009.
Aquae 3 Clicca l’immagine per leggere il fumetto
La storia, come da bando, è ambientata in un futuro possibile, noi abbiamo deciso di raccontare l’avventura di un gruppo di persone, costrette a lasciare la propria terra ormai senza acqua e dunque destinata a morire. Giunti nel luogo tanto agognato, in una terra dove ancora l’acqua scorre limpida, scoprono che la fratellanza e l’accoglienza sono perse da tempo e che l’ Inferno da cui provengono è solo uno dei molti possibili. Eppure, nello straniero, nel migrante, è racchiusa la via per una nuova civiltà.

Qui Potete leggere i nomi dei Finalisti. A loro vanno i nostri più sentiti complimenti e in bocca al lupo

martedì 8 settembre 2009

Report senza copertura legale. Rivolta in rete per salvare il programma.

Degli amici mi hanno fatto prontamente notare questo articolo tratto da l’Unità del 07/09/2009.
Vale la pena leggerlo e firmare la petizione relativa, a questo indirizzo:http://www.firmiamo.it/reportnondevechiuderefirmalapetizione.
Il primo affondo lo aveva sferrato Giulio Tremonti, presentando un esposto per la puntata di Report del 5 aprile dedicata alla social card, nel corso della quale, secondo il ministro, erano stati lesi "i principi di completezza, correttezza e obiettività" dell'informazione. Tesi bocciata dall’Agcom che ha archiviato la denuncia del titolare del dicastero dell’economia sostenendo che "non si rilevano sconfinamenti del diritto di critica", poiché "la tecnica informativa tipica di Report è stata ritenuta legittima dal Tribunale civile di Roma". La seconda tappa dell’operazione silenzio spetterebbe ora alla stessa Rai, che – secondo il tam tam che circola in rete in queste ore – per bocca del direttore generale Masi avrebbe annunciato di non garantire più ai giornalisti della fortunata trasmissione di RaiTre condotta da Milena Gabanelli la copertura legale. Il che equivarrebbe a una chiusura quasi certa: gli inviati della trasmissione, da sempre attivi nel denunciare le illegalità e i soprusi che ci circondano, dovrebbero provvedere di tasca propria alle spese legali cui, da bravi reporter, vanno continuamente incontro.
Di qui il lancio di una petizione subito diffusa su numerosi siti tra cui Facebook, per bloccare l’iniziativa della tv di Stato.
I giornalisti di Report dedicano la propria esistenza a ricerche scrupolose: viaggiano in lungo e in largo per arrivare alla verità e rivelarla al pubblico a casa. Scoprono traffici loschi e furti che spesso avvengono sotto i nostri occhi. Smascherano impostori, sfruttatori e tutto questo per offrire un servizio alla gente.
La Rai, invece, pur dovendo ancora risolvere la questione della direzione di Raitre ancora vacante, o anche quella di Annozero, programma minacciato di doppia conduzione "equa" (Santoro affiancato da un collega di destra) in nome della par condicio, avrebbe deciso di affrontare salomonicamente la questione, mettendo la popolare trasmissione nelle condizioni di chiudere.

07 settembre 2009
(L’articolo e la fotografia di questo Post sono tratte dal quotidiano L’Unità del 07 settembre 2009)

mercoledì 2 settembre 2009

Eccoli Finalmente…

bglietti visita 002
…dopo ben 21 giorni di attesa (spedizione lenta…) sono finalmente giunti i miei (splendidi) biglietti da visita. Pratici, eleganti ma al contempo spiritosi fanno di un cialtrone come me un cialtrone con un certo stile. Il disegno è del grande Alessandro Alessi, alias Filodichina e il personaggio ritratto non è stato scelto a caso ma per sapere il perché dovrete aspettare ancora qualche giorno…abbiate pazienza ne vale la pena.
Buon Kiwi.

lunedì 31 agosto 2009

Vota Marino

1

Ho deciso: dopo ore di dibattiti, kilometri di articoli sui giornali e insignificanti servizi sui finti telegiornali nazionali ho deciso che il MIO candidato è Ignazio Marino.

In realtà la scelta è stata semplice dal momento che sogno un Paese Libero, Laico e di Diritto. In cui le gerarchie (da quelle politiche a quelle religiose) se ne stiano il più lontano possibile da me e dalla mia vita privata. Voglio decidere da solo se e quando morire, con chi e se sposarmi, se avere o no un figlio sano Voglio potermi affrancare ora e subito da quella “santa trinità” Padre, Patria e Famiglia che è così tanto inneggiata dalla destra e troppo poco osteggiata dalla sinistra. Voglio un Paese in cui Io sia obbligato a pensare con la mia testa e in cui sia un MIO DOVERE farmi un opinione. Non voglio avvalorare rassicuranti e precotte posizioni di comodo. Per questo e per alto (basta leggere il programma) ho deciso per Marino.

Ve lo dico non perché il mio parere conti chissà quanto ma perché sono convinto che siamo in tanti a pensarla come me e più saremo più facile sarà vincere e far pesare il nostro numero.

Vorrei tornare in un Paese in cui sia la maggioranza informata a decidere e non in cui una minoranza lobbista detti le regole.

Qui a fianco rimarrà il banner e il link su cui trovare molte altre informazioni. Fateci un giro e votate la persona giusta.

venerdì 28 agosto 2009

E dopo Coraline 3D ecco a voi Kiwi 3D

kiwi 3d

Questo bellissimo esempio di pupazzoide l’ha realizzato mia sorella Vanessa dopo ore ed ore di interminabile lavoro…bello vero? L’arte scorre potente nella mia famiglia (peccato che mi abbia schivato di peso…sigh!). Comunque sia non affannatevi col chiedermelo perché non è in vendita ma chissà, se ve lo meriterete forse un regalino ad alcuni ci scapperà anche.

Non sembra anche a voi che somigli in modo inquietante a Gonzo dei Muppet Show?

Saranno mica dello stesso pianeta?

giovedì 27 agosto 2009

Festivaletteratura Mantova 2009

Ecco il mio piccolo contributo per una manifestazione sublime…è lì che ho incontrato Neil Gaiman :)

festivaletteratura-mantova

Andateci, è veramente una gran bella manifestazione, oltreché una bellissima città…ed ora vado a riscuotere il dovuto alla proloco…

sabato 15 agosto 2009

Italiani !!!

fascisti-sumarte

Italiani, patrioti, difensori della Nostra bella e verde terra, rondisti di terra, di mare e di aria, è giunto il momento di riprenderci ciò che è nostro; basta con l’imperialismo di Roma Ladrona, basta con chi vuole infangare le nostre amate valli con sudaticci piedi etiopi. E’ ora di riportare ordine e disciplina. No al cuscus, sì alla polenta taragna. Ben vengano dunque le lodevoli e giuste iniziative dell’Amico, Patriota, Salvatore di noi tutti. E agli efebici pavidi disertori, un solo grido dobbiamo rivolgere: “ Chi non è con noi è contro di noi”. Che sappiano dunque i nemici del nostro popolo, quegli schifosi plutodemogiudaicocratici che per troppo tempo hanno serpeggiato nel seno della Patria, che fino alla morte resisteremo, spavaldi, ghignando in faccia alla nera signora. Essi non ci distruggeranno ma periranno nel tentativo di farlo. Viva dunque la nostra bella Padanìa e abbasso il tricolore, segno di sifilico efebismo. D’ora innanzi, una bandiera sola dovrà garrire al vento: la bandiera del Nord, anzi, dei Nord Uniti. Al bando questa lingua sciatta e figlia del sud imperialista. Da oggi solo il dialetto delle valli del Brenta, i nostri sacri padiglioni uditivi dovranno cogliere. Per tutto questo e altro ancora, mi lodo e mi onoro di proporre al superdotato popolo padano un’iniziativa che per fierezza e importanza non ha eguali: bruciamo la bandiera italiana, storpiamo l’inno di quel marxista di Mameli. Che ad ogni palazzo, androne e appartamento, sventoli alta e fiera la bandiera personale, perché il cittadino padano è uno e indivisibile, solo contro tutti, anche contro se steso. Io per primo già ho issato il mio vessillo e ogni notte, prima di addormentarmi, ringrazio Dio (alto, biondo e ricco), la mia terra d’origine (anche se ho i conti in Svizzera) e la Famiglia (nonostante sia solo come un cane).

Fratelli Padani un solo grido d’ora in poi si dovrà alzare dalle Alpi a Comacchio: Resistere! e resisteremo.

Firmato:

Gruppo (per ora) non armato per la liberazione del Nord da tutto quello che con il nord non ha nulla a che fare a parte i cannoli alla siciliana che sono molto buoni ma probabilmente già figli di un pasticcere di Treviso.

Immagine tratta dal film: “ Fascisti su Marte” di e con Corrado Guzzanti. e Qui.

Aggiunti nuovi link nella sezione Link Amici

giovedì 6 agosto 2009

Il gran sole di Hiroshima

Non c’è bisogno che l’uomo cerchi di allontanare il male da sé, relegandolo in emisferi lontani, metafisici e adducendone le responsabilità a divinità cadute. La nostra specie è perfettamente in grado di ricreare l’Inferno sulla terra, sciogliere milioni di persone innocenti, vecchi, donne, bambini. Storpiandone altre migliaia, uccidendole lentamente, giorno dopo giorno, in uno stillicidio degno della più terrificante punizione divina. Creando, come sottoprodotto di tanto male centinaia di neonati deformi. In pochi decimi di secondo l’odio uccise 78.000 persone. Io sarei morto, voi sareste morti, i vostri cari sarebbero morti. In un battito di ciglia solo le nostre ombre sarebbero rimaste impresse sulle macerie.
Puf, nel tempo di una lacrima migliaia di destini si interrompono, senza neppure il diritto ad un giudizio. Cosa è questo se non una spietata Apocalisse?
hiroshima02
Questo forse è, per i più poveri e indifesi, veramente il peggiore dei mondi possibili.

domenica 19 luglio 2009

Via d’Amelio 19/07/1992 - Un altro Eroe, un’altra commemorazione.

falcone e borsellino
Quando il nostro Paese smetterà di avere bisogno di anniversari per ricordarsi dei propri figli, di coloro che muoiono ammazzati per amore della Giustizia e della Libertà “soltanto” per rendere la vita di ognuno di noi degna, allora il nostro sarà un grande Paese e non semplice lembo di terra martoriato, vilipeso e violentato. Allora e solo allora, i suoi figli, i nostri padri, non saranno morti invano.
Ogni Eroe ha i suoi Angeli al proprio fianco: Emanuela Loi (prima donna della Polizia di Stato caduta in servizio), Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. L'unico sopravvissuto è Antonino Vullo.
L'Ultima Intervista di Paolo Borsellino in cui il giudice riferì delle possibili correlazioni tra i mafiosi di Cosa Nostra e di ricchi uomini d’affari come il futuro Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. In questa intervista si parla anche dei legami tra la mafia e l'ambiente industriale milanese e del Nord Italia in generale, facendo riferimento, tra le altre cose, a indagini in corso sui rapporti tra Marcello Dell'Utri, Vittorio Mangano e Silvio Berlusconi.
E' normale che esista la paura, in ogni uomo, l'importante è che sia accompagnata dal coraggio.
Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti.

Paolo Borsellino  

venerdì 26 giugno 2009

Il Re è morto, Onore al Re.

michael_jackson_thriller

Può, dietro un’ opera d’arte, nascondersi un’intera esistenza? Può un quadro, una statua, un libro o una canzone scindersi da chi l’ha creata, vivere di vita propria e travalicare anche le colpe del suo autore? Michael, al di là dei suoi eccessi, dei suoi processi, delle sue presunte deviazioni, del suo non accettarsi fino a rinnegare la sua stessa pelle è, in alcuni casi, contestabile, deprecabile, per lo meno giudicabile, ma questo non vale per il suo Genio. E’ ora che si dica forte e chiaro, senza fraintendimenti, anche per bocca di quei critici spocchiosi e dei musicofili snob che Thriller è, senza alcun dubbio, l’album più importante (e più bello) della storia della musica moderna. Ventisei anni fa un poco più che ventenne ragazzo nero, già famoso più come fenomeno da baraccone che come artista, ha saputo rivoluzionare il pop in appena quarantadue minuti con canzoni come Billie Jean, Beat It e, appunto, Thriller vendendo qualcosa come 109 milioni di copie. Quel ragazzo ha saputo dimostrare, come solo Elvis prima di lui, che la comunicazione passa anche attraverso il ballo e che il proprio corpo può farsi metafora dei tempi, icona della straniante modernità di quegli anni. E proprio il suo corpo, quel corpo che camminava sulla luna, ne è stato metafora discendente fino alla fine. Ma il Genio è altro, forse troppo grande per essere contenuto in un qualunque corpo mortale e allora ti divora, ti consuma ed in cambio della carne ti dona l’immortalità. L’ultima scena del video di Billie Jean immortala un Michael invisibile che cammina su di un marciapiede che si illumina al suo passaggio; ebbene, il Re ha tracciato il cammino, speriamo che qualcun’altro, prima o poi, sia degno di seguirlo.

Il Re è morto, onore al Re.

giovedì 18 giugno 2009

COME MORIRE DAL RIDERE…PER NON PIANGERE.

Dei ragazzi semplicemente geniali…

…oltreché un gran bel pezzo di sceneggiatura.

Tratto da www.kook.it

mercoledì 3 giugno 2009

Applausi…una risata li seppellirà.

Ortica2009 2

Questa bella vignetta che ha avuto l’onore e il merito di guadagnarsi il secondo posto al Concorso Nazionale di Satira e Umorismo L’Ortica di Ferentino è opera di Alessandro Alessi, “nuovo” amico di Blog e “compagno” di fumetti. Il tema dell’edizione 2009 era "HOMO RIDENS: tributo semiserio a Darwin". Ad Alessandro, all’ edizione intera, alla giuria presieduta da Stefano Disegni e a tutti i partecipanti, vanno i miei più sentiti complimenti.

Bravi, e bravo Ale.

sabato 23 maggio 2009

Capaci 23/05/1992

“Un uomo fa quello che deve fare, quali che siano le conseguenze personali, quali che siano gli ostacoli, i pericoli e le pressioni. Questa è la base della dignità umana.”
(J.F.Kennedy)
Ci sono Uomini che sono Eroi e basta, e non perché abbiano superpoteri o qualche sciocca sete di vendetta da soddisfare. Sono Eroi perché hanno un’idea di giustizia che travalica le normali coscienze umane. Ci sono Uomini che lottano contro tutto e tutti per il bene comune, che lottano contro pezzi del loro stesso Stato malato perché credono che la Democrazia, la Giustizia e il Bene Comune vadano difesi. Ci sono uomini che sono Uomini e basta.
Chissà cosa direbbero oggi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino nel vedere il Parlamento insultato e vilipeso, nel vedere il loro Pase guidato da uomini senza senso dello Stato e della giustizia. Nel vedere che leggi Ad Personam vengono approvate nel silenzio quasi generale e con il disgustoso bene placito di tutti.
Probabilmente farebbero semplicemente il loro lavoro, per il bene di tutti.
La legge morale in me, il cielo stellato sopra di me.
« Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola. »
(Giovanni Falcone)

e poi ci sono Uomini che non muoiono mai.

Quel maledetto giorno di maggio, Falcone non era da solo, insieme a lui c’erano altri Eroi ed Eroine: la moglie Francesca Morvillo, anch'ella magistrato, e tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Di Cillo, Antonio Montinaro.

giovedì 21 maggio 2009

Ancora Torino Comics?

Ebbene sì ma è l’ultima ve lo giuro (…sulla testa del Premier…) e solo per segnalarvi la bella e divertente cronaca della manifestazione a opera dei ragazzi di VGnetwork.it dai quali ho anche avuto l’onore di essere intervistato…ragazzi scusate ancora per gli sproloqui. Clikkate qui.

mercoledì 6 maggio 2009

Tanti Auguri Mamma

Festa della Mamma

Save the Chlidren

Anche tu non sai mai cosa regalare alla mamma? Non hai mai pensato di regalare una copertina, una zanzariera oppure un kit di assistenza parto? Per tante mamme è proprio questo è il regalo più desiderato!


La tua mamma riceverà in regalo una simpatica cartolina

Regala subito!

Save the Children dal 1919 lotta per i diritti dei bambini in tutto il mondo.

giovedì 30 aprile 2009

Coop For Words

CFW_220x70

Anche quest’anno ho deciso di dare il mio “contributo” all’iniziativa Coop For Words con un mio raccontino che potete leggere qui. Insomma dopo tante sceneggiature mi piaceva l’idea di ritornare agli inizi e al mio primo vero amore, la scrittura. Sarei contento se lo leggeste e lo commentaste su questo blog (dal momento che non sono possibili commenti sul sito ufficiale).

Ciau!

sabato 25 aprile 2009

BUON 25 APRILE A TUTTI…

…coloro i quali hanno combattuto per un’Italia libera e democratica e contro il nazifascismo. Gli altri sono solo sciacalli.

vauro230409_14

Mi scuso con Vauro per avergli “rubato” la vignetta senza chiedergli prima il permesso ma sono fermamente convinto che il Genio vada condiviso.

lunedì 20 aprile 2009

Una Firma Per Il Fumetto

logo-300x160

E’ UN POST UN Pò LUNGO MA è IMPORTANTE. LEGGETELO.

“Nel 2008 abbiamo celebrato, insieme al Corriere dei Piccoli, il centenario della nascita del Fumetto in Italia, ma la deduzione errata che questi fosse un prodotto per bambini e persone di scarsa cultura è stato il retaggio negativo che lo ha accompagnato per decenni, fino a creare notevoli crisi di identità tra gli addetti ai lavori.
Pur senza avere chiari quali fossero i loro diritti, gli autori di fumetti hanno cominciato a capire chi fossero soprattutto all’inizio degli anni ‘70, anche grazie all’intervento culturale di persone come Umberto Eco, Oreste Del Buono, Federico Fellini, Dino Buzzati, Claudio Bertieri che nel decennio precedente ispirò la nascita del Salone di Lucca e di Linus e che cercò di far capire le potenziali proprietà di questo mezzo di comunicazione, che ha riempito l’immaginario di intere generazioni,
Molti hanno provato a creare una coscienza professionale, ma tutto si è arenato davanti al nostro ‘ individualismo artistico’.
Con la nefasta conseguenza che noi autori di fumetti NON esistiamo ufficialmente ancor 'oggi  nella legislazione italiana.

L’iniziativa UNA FIRMA PER IL FUMETTO, sottoscritta da Umberto Eco, Vincenzo Cerami, Giulio Giorello, Goffredo Fofi, Moni Ovadia, Vincenzo Mollica, sostenuta da addetti ai lavori,  associazioni, manifestazioni, scuole, riviste e semplici appassionati, vuole essere di sostegno alle forze politiche che anche in questa legislatura porteranno  l’integrazione di Legge all’attenzione dell’attuale Governo.
Dopo 70 anni di attesa, il riconoscimento dei nostri diritti, oltre ad essere un ‘atto dovuto’ nei confronti di migliaia di contribuenti dello Stato, porterebbe in dote solo prestigio, riconoscenza e nessun aggravio economico.
Noi autori più anziani, per rispetto della generazione più giovane e dei lettori che ci seguono con passione, abbiamo il DOVERE d’impegnarci per primi in questa iniziativa che, priva di ogni colore politico e rivendicazione sindacale, dia la possibilità al nostro mezzo di comunicazione di evolvere senza ulteriori fraintendimenti e nel pieno rispetto dei ruoli ricoperti da scrittori,disegnatori ed editori.”

( IVO MILAZZO )

Mi sono permesso di riportare fedelmente le parole di Ivo Milazzo, che tra l’altro si trovano direttamente sul sito, poiché meglio non avrei potuto spiegare e contribuire alla divulgazione di questa importante iniziativa; e dal momento che i Blog passano ma le battaglie restano  troverete il Link all’iniziativa sempre presente sulla colonna qui a fianco. Aggiungo un solo appello, questa volta tutto mio: firmate! Se vi sta a cuore questa bellissima forma d’arte, ma soprattutto di libertà, che voi siate professionisti, appassionati, o “semplici” lettori, contribuite a far sì che il Fumetto ed i sui Artigiani possano vivere per altri cento anni.

mercoledì 15 aprile 2009

Rullino le trombe e squillino i tamburi

La premiata (è proprio il caso di dirlo) ditta Martinelli Gloria e Sirocchi Mattia (che poi sarei io) ha vinto il Premio Pietro Miccia al Torino Comics 2009 con l’Opera “Lucky e Mumy Il Risveglio” di cui ho parlato proprio su questi monitor qualche Post fa. Dal momento che lo cosa ci inorgoglisce assai e ci dà la facoltà di tirarcela un po' per le prossime settimane, noi andiamo ad ubriacarci e a festeggiare, voi gaudete con noi e sosteneteci. :)

macr_news-Logo-Miccia250

lunedì 6 aprile 2009

Piccoli lettori non piccoli libri

“Venghino venghino signore e signori, mesdames et messieurs: la fiera del libro per bambini ha aperto le sue porte…”

biglietto bologna book 001

…ed ormai le ha anche richiuse. Dal 23 al 26 marzo infatti si è tenuta a Bologna la fiera del libro per ragazzi in cui più di mille espositori, provenienti da tutto il mondo, hanno avuto la possibilità di mostrare le loro novità. Dall’ Olanda alla Grecia, dal Marocco all’Iraq passando per Brasile e Corea e, ovviamente l’Italia, ho avuto la fortuna di parlare con editori ed autori di ogni parte del mondo scambiando idee, opinioni e contatti che spero vivamente diventino proficue collaborazioni nei mesi a venire. Ragazzi, ci sono storie meravigliose nascoste nel mondo intorno a noi la cui magia vi ricompenserà mille volte della fatica fatta per scovarle. Abbiate la forza di andarle a cercare! Al mio fianco (ed io al suo) l’amico di sempre: Marco Furlotti con il quale, oltre ad aver condiviso autostrada, benzina e male ai piedi per le centinaia di kilometri percorsi, a breve collaborerò (fate gli scongiuri) ad alcuni interessanti progetti che vedono per protagonisti ragni col cappello, micro dinosauri e gatti parlanti. La fatica è tanta, il tempo poco e la voglia di fare bene non ci fa chiudere occhio la notte ma speriamo che gli sforzi di oggi vengano ricompensati domani. Ovviamente VOI, cari Kiwinauti, sarete i primi a sapere ogni cosa, per ora accontentatevi di questo breve Post.

A Presto e buon Kiwi a tutti.

venerdì 3 aprile 2009

E si ricomincia…

Carissimi Kiwinauti ben ritrovati.

Scusate tanto per l’assenza protrattasi per molto (troppo) tempo, soprattutto per chi vorrebbe rendere questo spazio qualcosa di più che una semplice vetrina virtuale. Mi ha fatto molto piacere che, nonostante la mia assenza, in tanti abbiate continuato a curiosare periodicamente su Kiwi lasciando messaggi alla Kiwimail e nei Post, questo sì che ti fa alzare bene la mattina :) . Ma non perdiamo altro tempo prezioso con le scuse (sebbene doverose) e le sviolinate e vediamo di ricominciare lì da dove avevamo lasciato qualche mese fa.

Talmente tante cose sono successe da febbraio che elencarle tutte sarebbe di una barba colossale per cui ho deciso di affrontarle separatamente una per una nel corso dei prossimi Kiwipost. La più bella di tutte però non riesco a tenerla nascosta e quindi ve la svelo subito:

TA-DA (detto con enfasi):

grazie al lavoro straordinario di una vera artista: Gloria Martinelli, ho avuto l’opportunità di partecipare al concorso Pietro Miccia che si terrà verso la metà di aprile in occasione del Torino Comics 2009. Al di là di come vada a finire, colgo l’occasione per ringraziare Gloria che ha aderito con entusiasmo (oltreché con grande bravura e professionalità) al progetto trasmettendovi una forza grafica degna del primo premio (andate a curiosare sulle sue pagine in internet e vedrete un sacco di belle immagini).

Io mi sono divertito molto a scriverlo, Gloria a disegnarlo, spero voi a leggerlo.

Buon Kiwi a tutti e alla prossima…

Ciau!

lunedì 9 febbraio 2009

---

Finalmente te ne sei andata….volando più in alto di tutti quegli sporchi avvoltoi che ti giravano intorno. Finalmente sei riuscita a compiere il tuo volere, a non essere più un guscio, ad essere prigioniera. Ora sei libera. Vola in alto, l’amore di tuo padre sarà sempre con te, che tu sia sempre con noi.

domenica 11 gennaio 2009

11/01/1999 – 11/01/2009 Omaggio al più grande poeta italiano di sempre.

« [...] Mi pare che sempre di più sarebbe necessario che invece di dire che Fabrizio è il Bob Dylan italiano, si dicesse che Bob Dylan è il Fabrizio americano. »
(Fernanda Pivano, consegnando il Premio Lunezia 1997 a Smisurata preghiera)


- La Guerra di Piero (registrazione del 1969)


- Via del Campo


- Il Pescatore


La Storia Siamo Noi - Speciale Fabrizio De Andrè

Fabrizio De Andrè: La Mostra A Genova (31/12/2008 - 3/05/2009)

__________________________________________________________
__________________________________________________________
__________________________________________________________

Writing for Comics di Alan Moore

Writing for Comics di Alan Moore
[...] Ma ovviamente, dal momento che stiamo parlando di un pubblico di massa composto da migliaia di singoli individui, non c'è alcun modo per l'artista di arrivare a conoscere i gusti di ciascuno di essi. La risposta convenzionale a questo dilemma, almeno stando a quanto si evince dal comportamento di parecchie grandi case editrici di fumetti, è tentare di non offendere nessuno[...]. Questo concetto evita oltretutto di considerare anche solo per un istante il vasto numero di potenziali lettori che non intendono sprecare il loro tempo con innocue pappette predigerite che hanno tutto l'aspetto di cibo letterario per bambini...il pubblico potenziale che esiste là fuoriè troppo ampio e variegato perchè lo si possa raggiungere applicando un qualunque criterio restrittivo basato sull'immagine ipotetica e assolutamente non verificabile di un immaginario "lettore medio" [...]. tratto da: Writing for Comics di Alan Moore...tutto il resto è noia.
__________________________________________________________

On Writing. Autobiografia Di Un Mestiere

On Writing. Autobiografia Di Un Mestiere
"Steve" King, la sua adolescenza tormentata, il suo approccio alla scrittura, molti straordinari consigli e qualche buon attrezzo del mestiere. Semplicemente illuminante.
__________________________________________________________

Racconti dal Sottobosco

Racconti dal Sottobosco
[...Nessuno di noi, tranne forse i bambini a cui il libro è rivolto, potrebbe mai credere all’amore sbocciato su di un davanzale tra una farfalla e una formica o al furto delle macchie di una coccinella eppure Silva è in grado di creare con la sua dolcezza espressiva e con la sua prosa asciutta ma mai banale quella “Sospensione della Realtà” che è l’ingrediente essenziale per ogni scrittore, quel patto non scritto che lega indissolubilmente un lettore alla storia che sta leggendo e Silva ci porta in punta di piedi tra il muschio odoroso e la terra umida del sottobosco rendendoci non spettatori passivi ma partecipi delle avventure del piccolo popolo. È proprio questo che fa di un racconto un buon racconto, l’instaurarsi di un legame forte tra la mente del lettore e le pagine di un’avventura che vorremmo non finisse, che ci risolleva e ci fa stare bene facendoci tornare per un attimo bambini quando nella terra bagnata dopo un temporale ci perdevamo ore a osservare quell’ipnotico brulicare di vita....] Recensione a cura di Mattia Sirocchi
__________________________________________________________

Il Distaccamento Po e La Resistenza dei Mezzanesi. di Lino Gelmini

Il Distaccamento Po e La Resistenza dei Mezzanesi. di Lino Gelmini
In un' Italia sempre più alla deriva ideologica, mi permetto di consigliarvi un libro scritto in prima persona da chi ha partecipato a liberare prima e costruire poi, rischiando tutto se stesso, il nostro Bel Paese; al contrario di tanti "intellettuali pieni di nulla" che parlano dall'alto dei loro scranni televisivi. Si tratta di pura ed emozionale Memoria Storica e di un accalorato omaggio a chi ha concluso troppo precocemente la propria vita, donandola al più alto tra tutti i valori: la Libertà. Una ricostruzione accurata e commovente di un piccolo comune del nord Italia che, come tanti in quegli anni, è stato teatro di sofferenze e speranze, vite e persone. Il libro in questione non è in vendita (e questo la dice lunga sulla bontà delle intenzioni) ma potete richiederlo all'Anpi o al comune di Mezzani Inferiore (Parma). Credetemi, se volete veramente sapere e capire qualcosa della Resistenza, vale la pena leggerlo e faticare un po' per procurarselo. Grazie di tutto "Nonno" Lino. E' stato un onore conoscerti.